Guancetta di vitello brasata al vino rosso
Guancetta di vitello brasata al vino rosso Nobile di Montepulciano, con contorno di radicchio tardivo di Treviso

VINO IN ABBINAMENTO: Vino Nobile di Montepulciano – Podere Casanova SCHEDA TECNICA VINO

RICETTA REALIZZATA DA: Paola Sartori VISITA IL BLOG DI PAOLA

Dai un voto alla ricetta!
[Totale: 153 Media: 4.3]

Come cuocere la guancetta di vitello brasata al vino rosso Nobile di Montepulciano

Gli ingredienti per 4 persone:

4 Guancette di vitello, complete del loro grasso
250 gr di carote
100 gr di sedano
200 gr di cipolla
300 gr di Vino rosso
Olio Extravergine
Aromi: sale, pepe, 2 chiodi di garofano, 1 anice stellato, mirto, rosmarino
Brodo di carne se necessario

Preparazione

Lava e sminuzza le verdure a piccoli cubetti quanto più possibili uguali
Metti nel fuoco una casseruola, aggiungi l’olio extravergine per coprirne il fondo e metti le verdure a rosolare piano

Una volta che le verdure si sono ammorbidite, toglile dalla casseruola e tienile da parte.
Metti le guancette nella casseruola con lo stesso olio ma senza più verdure e alza il fuoco. A fuoco vivo fai rosolare il grasso delle guancette per circa 10 minuti. Il grasso si imbrunisce e un po’ si scioglie.

Ora metti il fuoco molto basso, togli le guancette dalla casseruola e aggiungi nella casseruola il vino, gli aromi e le verdure di prima.

Nel frattempo che il vino si riscalda, attenzione non deve bollire, ripulisce le guancette da tutto il loro grasso di rivestimento.

Metti le guancette nel vino e lascia andare per almeno 2 ore lentamente, devono pippiare piano piano e non si devono sfaldare. Copri la casseruola con il coperchio

Una volta cotte tienile da parte, passa al colino il liquido di cottura, una parte tienila come sugo da condimento e una parte può essere ridotta. Addensata come per crearne una sorta di crema semi liquida al vino rosso che potrai usare sopra i tortini di considera e come decorazione per il piatto.

Radicchio tardivo di Treviso marinato al vino rosso

Ingredienti per 4 persone:

2 gambe di radicchio rosso tardivo di Treviso
250 ml di vino rosso Nobile di Montepulciamo
2 cucchiai da tavola di aceto di mele
2 fettine di scorza d’arancia biologica
1 cucchiaio di zucchero
sale
2 chiodi di garofano
Olio extravergine di oliva

Preparazione

Lava bene in acqua fredda il radicchio lasciando intero e pulito il fittone
Dividi ogni gamba in 4 parti nel senso della lunghezza e asciugalo bene

 

Metti il radicchio in una pirofila con 1 scorzetta di arancia sale pepe e vino rosso e lascia marinare coperto con la pellicola per circa 30 minuti.

 

Passati i 30 minuti in una pentola metti l’acqua, aggiungi la scorza d’arancia, lo zucchero, gli aromi e l’aceto e porta a bollore, insieme al vino della marinatura.

 

Fai sbollentare per qualche minuto le gambe di radicchio precedentemente marinate per completarne la cottura e condisci con un filo di olio, una volta scolate per bene.

Polenta di Consìdera con riduzione al Vino Nobile di Montepulciano

Ingredienti per 4 persone:

600 gr di patate farinose e asciutte 8 (patate di Rotzo)
150 gr di cipolla dorata mondata
50 gr di burro
Olio extravergine di oliva
2 cucchiai da tavola di Farina bianca
Sale e pepe

Preparazione

Lava bene le patate e pelale.

 

Taglia le patate a cubetti grossi come noci e mettili in acqua fredda.

 

Metti una casseruola suo fuoco con 2 litri di acqua, quando arriva a bollore sala l’acqua e butta dentro i cubotti di patate ben sgocciolati.

 

Fai cuocere con il recipiente scoperto per circa 20 minuti senza mai toccare le patate.

 

Nel frattempo taglia la patata in 4 parti e falla soffriggere nel burro sciolto assieme a due cucchiai di olio.

 

Una volta che la cipolla si è rosolata toglila, mettila sopra un passino e schiacciala per fare uscire il succo che lascerai cadere nella casseruola con l’olio e il burro.

 

Aggiungi due cucchiai di farina bianca e sempre mescolando falla tostare fino a quando avrà un bel colore ambrato. Questa parte in cucina si dice : prepara una roux dal francese, ed è la base della besciamella e di molte salse.

 

A questo punto unisci le patate prese dall’acqua di cottura con un mestolo forato e passate allo schiacciapatate mentre sono ancora bollenti.

 

Continua a mescolare con vigore aggiustando di sale se necessario, pepando e diluendo di tanto in tanto con poca acqua di cottura delle patate. Fate cuocere la “consìdera” per almeno una decina di minuti a fuoco basso e senza mai smettere di mescolare, poi versala su una piastra da forno ricoperta di carta da forno o dentro a delle formine che prima avrai spennellato con un po’ d’olio.

 

Puoi rosolarla successivamente al forno o tagliarla a fette e scottarle su una piastra calda come la polenta.

 

Per il nostro piatto io l’ho condita con la riduzione al vino rosso nobile di Montepulciano

Condividi sui social

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy.
Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'.
In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.

MAGGIORI INFORMAZIONI

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close